• Sergio Costa

L'allenamento delle abilità percettivo-cognitive nello sport

Questo sarà uno dei primi lavori in cui cercherò di riassumere l’ articolo di Broadbent, Causer, Williams e Ford (2014) sulle abilità percettive-cognitive, fondamentali per una prestazione ottimale in atleti esperti (Williams e Ericsson, 2005). Nello specifico tale abilità riguarda la capacità di un atleta di individuare, identificare ed elaborare le informazioni ambientali in modo da integrarle con le conoscenze esistenti e le capacità motorie al fine di selezionare ed eseguire le azioni appropriate (Marteniuk, 1976).


Questa capacità sottende un uso efficiente ed efficace della visione per scansionare il contesto, al fine di estrarre informazioni pertinenti e capire schemi di gioco (Williams, Ward, Smeeton e Allen, 2004), e l’avversario, per raccogliere spunti posturali e cinematici della sua azione (Williams, Ward, Knowles e Smeeton, 2002).

Queste abilità percettive-cognitive si combinano per produrre due elementi fondamentali per la prestazione, l’ anticipazione, cioè la capacità di riconoscere prima il risultato delle azioni di altri atleti, e il processo decisionale, ovvero la capacità di pianificare, selezionare ed eseguire un'azione in base alla situazione attuale e alle conoscenze possedute (Williams et al., 2004; Williams e Ford, 2013).


Diversi sono i lavori che hanno cercato di spiegare come avvengano questi processi nei contesti sportivi (Causer, Janelle, Vickers e Williams, 2012; Vine, Moore e Wilson, 2014), tuttavia diventa interessante indagare anche come queste abilità possano essere allenate in diversi situazioni sportive, come nel calcio (ad es. Savelsbergh, Van Gastel e Van Kampen, 2010), nel badminton (ad es. Hagemann, Strauss, e Cañal-Bruland, 2006) e nel tennis (ad es. Smeeton, Williams, Hodges e Ward, 2005; Williams et al., 2002).

Nei prossimi articoli cercherò quindi di concentrarmi su tre aree che gli autori hanno individuato come fondamentali per promuovere l'addestramento percettivo-cognitivo, vale a dire, l’ accoppiamento percezione-azione, la struttura e la tipologia degli allenamenti, e le informazioni contestuali, con un approfondimento sul trasferimento dall’ allenamento alla gara.



BIBLIOGRAFIA

Broadbent, D. P., Causer, J., Williams, A. M., & Ford, P. R. (2014). Perceptual-cognitive skill training and its transfer to expert performance in the field: Future research directions. European Journal of Sport Science, 15, 322–331.

Causer, J., Janelle, C. M., Vickers, J. N., & Williams, A. M. (2012). Perceptual expertise: What can be trained? In N. J. Hodges & A. M. Williams (Eds.), Skill acquisition in sport: Research, theory and practice. New York, NY: Routledge.

Hagemann, N., Strauss, B., & Cañal-Bruland, R. (2006). Training perceptual skill by orienting visual attention. Journal of Sport and Exercise Psychology, 28, 143–158.

Marteniuk, R. G. (1976). Information processing in motor skills. New York, NY: Holt, Rinehart, and Winston.

Savelsbergh, G. J. P., Van Gastel, P. J., & Van Kampen, P. M. (2010). Anticipation of penalty kicking direction can be improved by directing attention through perceptual learning. International Journal of Sport Psychology, 41, 24–41.

Smeeton, N. J., Williams, A. M., Hodges, N. J., & Ward, P. (2005). The relative effectiveness of various instructional approaches in developing anticipation skill. Journal of Experimental Psychology: Applied, 11, 98–110.

Vine, S. J., Moore, L. J., & Wilson, M. R. (2014). Quiet eye training: The acquisition, refinement and resilient performance of targeting skills. European Journal of Sport Science, 14, S235–S242.

Williams, A. M., & Ericsson, K. A. (2005). Perceptual-cognitive expertise in sport: Some considerations when applying the expert performance approach. Human Movement Science, 24, 283–307.

Williams, A. M., Ward, P., Knowles, J. M., & Smeeton, N. J. (2002). Anticipation skill in a real-world task: Measurement, training, and transfer in tennis. Journal of Experimental Psychology:

Applied, 8, 259–270.

Williams, A. M., Ward, P., Smeeton, N. J., & Allen, D. (2004). Developing anticipation skills in tennis using on-court instruction: Perception versus perception and action. Journal of Applied Sport Psychology, 16, 350–360.

Williams, A. M., & Ford, P. R. (2013). ‘Game intelligence’: Anticipation and decision making. In A. M. Williams (Ed.), Science and soccer: Developing elite performers (3rd ed.). Oxon: Routledge.

Sergio Costa - Psicologo dello Sport - Roma

costasergio@hotmail.it - 389/9715681

P.Iva 12736991006

  • Facebook Social Icon