top of page

Genitori nello sport: istruzioni per l'uso

Negli ultimi 50 anni, c'è stato un crescente interesse per il coinvolgimento dei genitori nello sport giovanile (vedi Dorsch et al., 2021 per una rassegna). I ricercatori hanno cercato di approfondire il ruolo dei genitori (ad esempio, Dorsch et al., 2009), la loro influenza sui risultati dei bambini nello sport (Atkins et al., 2013), le percezioni degli allenatori e dei giovani atleti (Knight et al., 2011), le interazioni genitore-figlio (Thrower et al., 2022) e i fattori che influenzano il coinvolgimento dei genitori sia a livello individuale che ambientale (Harwood & Knight, 2009).


Tali lavori hanno generato una maggiore consapevolezza dei ruoli fondamentali e complessi che i genitori svolgono nello sviluppo dei giovani atleti e dell’importanza di creare programmi educativi e formativi con i genitori sportivi (Burke et al., 2021).


I primi percorsi formativi erano svolti in presenza e rivolti ad approfondire l’Achievement Goal Theory, cioè la teoria dell’orientamento motivazionale (Nicholls, 1984; Ames, 1992). In particolar modo, si concentravano sul miglioramento della conoscenza e della consapevolezza dei genitori sugli orientamenti motivazionali, sulla definizione degli obiettivi di processo, sulle strategie di comunicazione verbale e non, e sul creare delle linee guida comportamentali, soprattutto nel mondo del tennis (Harwood & Swain, 2002) e del basket (Smoll et al., 2007).


Successivamente, sono stati svolti anche programmi d’intervento online, riportando miglioramenti nella conoscenza dello sport dei figli (Lisinskience & Loachbaum, 2019; Richards & Winter, 2013; Thrower et al., 2017), nell'efficacia del proprio ruolo genitoriale (Thrower et al., 2017; Thrower et al., 2019) e nell'impegno in comportamenti e comunicazioni più orientati al compito prima, durante e dopo le gare (Richards & Winter, 2013; Thrower et al., 2017).


Infine, altre ricerche recenti hanno studiato l'efficacia di interventi più brevi e una tantum per genitori sportivi, ad esempio, attraverso la creazione di workshop da circa 1 ora, implementati dall’utilizzo di letture supplementari sulle interazioni genitore-figlio, nonchè sui commenti e comportamenti da tenere a bordocampo (Azimi & Tamminen, 2020; Dorsch et al., 2017; Ford et al., 2021; Sampol et al., 2019; Tamminen et al., 2020). Tali interventi hanno portato a riduzioni significative sia dei commenti negativi dei genitori (Sampol et al. 2019) che delle azioni di pressione (Dorsch et al., 2017). Inoltre, i bambini hanno riportato livelli più elevati di divertimento, competenza percepita e comportamenti sportivi, nonché una riduzione dello stress (Dorsch et al., 2017) e dei comportamenti antisociali nei confronti degli avversari (Tamminen et al., 2020).


Malgrado i differenti benefici riscontrati, questi studi hanno anche evidenziato diversi problemi relativi ai costi, al tempo e alle competenze necessarie per pianificare e fornire programmi educativi faccia a faccia longitudinali, nonché alla gamma di ostacoli per l'avvio e il mantenimento della partecipazione dei genitori ai programmi formativi.


Tuttavia, grazie al recente passaggio a interventi di contatto più brevi (ad esempio, Tamminen et al., 2020) e all’utilizzo di materiale di supporto supplementare, l'educazione alla genitorialità sportiva è diventata più accessibile, conveniente ed economicamente sostenibile. Tuttavia, Thrower e colleghi (2019), suggeriscono che la diffusione su larga scala di programmi di educazione con i genitori, sia online che faccia a faccia, possa essere raggiunta solo attraverso il sostegno o la promozione diretta di organi istituzionali nazionali e delle federazioni sportive, nonché di professionisti qualificati, sia nella formazione che nell’analisi di tali programmi educativi.


Un esempio importante di tali relazioni, è stata l’iniziativa denominata "Optimal Competition Parenting Workshop" (OCPW) della Lawn Tennis Association (LTA) (ovvero l'organo nazionale del tennis in Gran Bretagna), portato avanti grazie alla collaborazione universitaria con Roehampton e Loughborough, da parte rispettivamente dei colleghi Thrower e Harwood, dal 2017 ad oggi.


Per questi motivi abbiamo deciso di sviluppare il progetto GENITORI NELLO SPORT, un progetto che vuole aiutare le organizzazioni sportive giovanili a proporre e valutare programmi d’intervento, capendo il loro impatto su genitori e figli. Visto le risorse limitate, le nostre competenze, gli studi svolti e le attività pratiche proposte risultano essere fondamentali per garantire programmi funzionali e funzionanti, e portare degli effettivi cambiamenti nel contesto sportivo (Gould, 2016, 2019).


BIBLIOGRAFIA

Atkins, M. R., Johnson, D. M., Force, E. C., & Petrie, T. A. (2013). Do I still want to play?” Parents’ and peers’ influences on girls’ continuation in sport. Journal of Sport Behavior, 36(4), 329–345.

Azimi, S., & Tamminen, K. A. (2020). Parental communication and reflective practice among youth sport parents. Journal of Applied Sport Psychology, 1-24.

Burke, S., Sharp, L. A., Woods, D., & Paradis, K. F. (2021). Enhancing parental support through parent-education programs in youth sport: a systematic review. International Review of Sport and Exercise Psychology, 1-28.

Dorsch, T. E., Smith, A. L., & McDonough, M. H. (2009). Parents’ perceptions of child-to-parent socialization in organized youth sport. Journal of Sport & Exercise Psychology, 31(4), 444–468.

Dorsch, T. E., King, M. Q., Dunn, C. R., Osai, K. V., & Tulane, S. (2017). The impact of evidence-based parent education in organized youth sport: A pilot study. Journal of Applied Sport Psychology, 29(2), 199-214.

Dorsch, T. E., Wright, E., Eckardt, V. C., Elliott, S., Thrower, S. N., & Knight, C. J. (2021). A history of parent involvement in organized youth sport: A scoping review. Sport, Exercise, and Performance Psychology. 10(4), 536-557.

Ford, D. W., Jubenville, C. B., & Phillips, M. B. (2012). The effect of the STAR Sportsmanship education module on parents' self-perceived sportsmanship behaviors in youth sport. Journal of Sport Administration & Supervision, 4(1), 114- 6 126.

Gould, D. (2019). The current you sport landscape: Identifying critical research issues. Kinesiology Review, 8, 150-161.

Gould, D. (2016). Conducting impactful coaching science research: The forgotten role of knowledge integration and dissemination. International Sport Coaching Journal, 3, 197-203

Harwood, C., & Swain, A. (2002). The development and activation of achievement goals within tennis: II. A player, parent, and coach intervention. The Sport Psychologist, 16(2), 111-137.

Harwood, C., & Knight, C. (2009). Understanding parental stressors: An investigation of British tennis-parents. Journal of Sports Sciences, 27(4), 339– 351.

Knight, C. J., Neely, K. C., & Holt, N. L. (2011). Parental behaviors in team sports: How do female athletes want parents to behave? Journal of Applied Sport Psychology, 23(1), 76–92.

Lisinskiene, A., & Lochbaum, M. (2019). A qualitative study examining parental involvement in youth sports over a one-year intervention program. International Journal of Environmental Research and Public Health, 16(19), 3563.

Richards, K., & Winter, S. (2013). Key reflections from “on the ground”: Working with parents to create a task climate. Journal of Sport Psychology in Action, 4(1), 34-44.

Sampol, P. P., Salas, D. P., Rotger, P. A. B., & Verdaguer, F. J. P. (2019). A socioeducational intervention about parental attitudes in grassroots football and its effects. Sustainability, 11(13), 3500

Smoll, F. L., Smith, R. E., & Cumming, S. P. (2007). Effects of coach and parent training on performance anxiety in young athletes: A systemic approach. Journal of Youth Development, 2(1), 19-36.

Tamminen, K. A., McEwen, C. E., Kerr, G., & Donnelly, P. (2020). Examining the impact of the Respect in Sport Parent Program on the psychosocial experiences of minor hockey athletes. Journal of Sports Sciences, 38(17), 2035-2045.

Thrower, S.N., Hamann, M., Stokoe, L., & Harwood, C.G. (2022). Examining parent-child interactions in British Junior tennis: A conversation analysis of the pre-competition car journey. Psychology of Sport & Exercise. https://doi.org/10.1016/j.psychsport.2022.102166

Thrower, S. N., Harwood, C. G., & Spray, C. M. (2016). Educating and supporting tennis parents: A grounded theory of parents’ needs during childhood and early adolescence. Sport, Exercise, and Performance Psychology, 5(2), 107–124. https://doi.org/10.1037/spy0000054

Thrower, S. N., Harwood, C. G., & Spray, C. M. (2017). Educating and supporting tennis parents: An action research study. Qualitative Research in Sport, Exercise and Health, 9(5), 600-618.

Thrower, S. N., Harwood, C. G., & Spray, C. M. (2019). Educating and supporting tennis parents using web-based delivery methods: A novel online education program. Journal of Applied Sport Psychology, 31(3), 303-323.

Comments


Sei uno Psicologo?
Vuoi saperne di più sui miei progetti o
vuoi collaborare con noi?

Sei un atleta, un allenatore o una federazione?
Vuoi sapere come si può lavorare sulla parte mentale?

bottom of page