top of page

La Regola delle “3P” + 1 per mantenere alta la concentrazione

La chiave per concentrarsi in competizione o in qualsiasi altra situazione è il dialogo interiore. Il Self Talk è ciò che diciamo a noi stessi, sia che si tratti di pensieri ad alta voce che silenziosi nella propria testa.

La Regola delle “3P” + 1 per mantenere alta la concentrazione

Se permettiamo alle distrazioni di entrare nella nostra mente, ci rimane poca attenzione per concentrarci sulle azioni da compiere. Per avere una corretta concentrazione, è stata creata la regola delle “3P”, cioè tre chiavi su cui mettere la propria attenzione per avere una messa a fuoco efficace:


1. focalizzati sul Presente. Il passato è storia, non puoi cambiarlo. Il futuro è un mistero e non può essere influenzato in questo momento. L'unico punto nel tempo in cui possiamo avere un impatto è proprio ora: il presente. Se stai pensando alla tua prestazione passata (buona o scarsa) o al risultato finale della partita, allora non sei completamente concentrato sulla giocata attuale, ma stai sprecando energie oltre che spostando la tua concentrazione;

2. concentrati sul Positivo. Dovresti pensare alla prestazione corretta e positiva che vorresti ottenere. Pertanto, dire "tieni d'occhio la palla" è molto più efficace che dire "non distogliere lo sguardo dalla palla". Questo perché il tuo corpo risponde “semplicemente” a ciò che il tuo dialogo interiore gli sta dicendo di fare, all’azione (o al verbo), senza fare distinzione con il non. Inoltre, se la prestazione non era quella che desideravi, visualizza te stesso mentre ti esibisci correttamente; quindi, passa alla fase di gioco successiva e prestagli tutta la tua attenzione;

3. concentrati sulla Performance, piuttosto che sul risultato. Cioè, concentrati sul comportamento effettivo che devi usare per ottenere il risultato desiderato, ad esempio “voglio piegare di più le gambe e lanciare meglio la palla nel servizio”, piuttosto che sul risultato stesso “voglio fare ACE”.


Le "3 P" - Presente, Positivo, Prestazione - sono la chiave per concentrarsi in competizione, tuttavia, esiste una quarta “P” che risulta fondamentale per migliorare la propria forza mentale. La Prospettiva, cioè l’essere in grado di fare un passo indietro e realizzare ciò che è veramente importante nella vita; quindi, mettere in prospettiva un errore, un punto mancato o una partita persa. Quando abbiamo una prospettiva, è molto più facile lasciar andare gli errori e concentrarsi sugli aspetti positivi, che ci renderanno più propensi ad avere successo.


Se vuoi capire di più sulla tua forza mentale contattami e cercheremo di approfondire insieme come può essere allenata.

Comments


Sei uno Psicologo?
Vuoi saperne di più sui miei progetti o
vuoi collaborare con noi?

Sei un atleta, un allenatore o una federazione?
Vuoi sapere come si può lavorare sulla parte mentale?

bottom of page