Le differenze individuali tra gli arbitri

Gli arbitri e i giudici di gara hanno sempre attirato meno attenzione da parte della scienza dello sport rispetto ad atleti e allenatori, nonostante l'impatto spesso cruciale e fondamentale che le loro decisioni possono avere sugli atleti stessi, sulla gestione del gioco e sui risultati nelle competizioni (MacMahon et al., 2015).


Tuttavia, questo interesse è cambiato soprattutto negli ultimi due decenni, dove sono state condotte diverse ricerche sull’importanza degli aspetti fisici (Weston et al., 2010) e psicologici (Voight, 2009) dell'arbitraggio, sul ruolo della comunicazione e dell'interazione con altri attori sportivi (Cunningham et al., 2014; Mellick et al., 2007), sugli aspetti psicologici e fisiologici legati al processo decisionale arbitrale (Mascarenhas et al., 2009), nonché sull'introduzione della tecnologia (ad esempio, Royce, 2012; Spitz et al., 2020).


Quando invece facciamo riferimento alle differenze individuali tra gli arbitri, inizialmente, la ricerca si è concentrata sui pregiudizi, sui fattori di personalità e sulle diverse fonti di stress sperimentate dagli arbitri o giudici di gara (come ad esempio, la paura di danni fisici, la pressione del tempo, le preoccupazione di commettere errori). Solo successivamente l'attenzione si è poi spostata sulle differenze esperti-novizi, sul funzionamento fisiologico e sulle abilità percettivo-cognitive. Ad esempio, si sono notate diversità negli stili di comunicazione e nella gestione dei conflitti (Mascarenhas et al., 2008), sulle convinzioni di efficacia (Guillen & Feltz, 2011) e sui comportamenti osservabili in campo, come il numero di cartellini gialli (Unkelbach & Memmert, 2008).


Tuttavia, la conoscenza è ancora lontana dall'essere ampia o applicabile, e l’obiettivo dei prossimi articoli sarà proprio quello di proporre nuove direzioni di indagine, nonché raccomandazioni per il campo e per la formazione degli arbitri in merito alle differenze individuali nella comunicazione, nelle interazioni sociali e nella gestione dei giocatori.


Se sei interessato ad altri articoli sugli arbitri puoi trovarli nella mia sezione dedicata, dove troverai anche i motivi per cui arbitrare, ma anche il